Gli impianti termoidraulici si dividono in impianti termici e in quelli idraulici.Per impianto termico si intende il sistema dei componenti attraverso il quale regolare la temperatura interna degli ambienti. L’impianto Termico può avvenire attraverso numerosi sistemi e componenti che si differenziano sia per le modalità di generazione, sia per la modalità con cui avviene il trasferimento di calore.
Gli impianti possono essere di due tipi differenti:
a convezione: si basano sul principio del riscaldamento dell’aria
a radiazione: si basano sul riscaldamento delle pareti e sul lento rilascio di calore da queste all’ambiente.

Impianti a convezione:

  • tradizionale con termosifoni
  • con termoconvettori

La trasmissione del calore avviene in parte per convezione, per circa il 70%, ed in parte per irraggiamento, circa il 30%.

Impianti a radiazione:

  • pannelli radianti a bassa temperatura per parete o pavimento.

La trasmissione del calore avviene soprattutto per irraggiamento, emanando il calore in modo uniforme in tutta la stanza

RADIATORI A PARETE (termosifoni)

Sono sicuramente i più usati , in quanto non hanno delle particolari esigenze per essere installati. Esistono vari tipi di termosifoni: in ghisa, alluminio ed in acciaio, con varie forme e colorazioni. Ultimamente i più venduti sono quelli in acciaio perché hanno il vantaggio di scaldarsi più in fretta rispetto a quelli in ghisa e non devono essere riverniciati negli anni.
Vantaggi e svantaggi:
Questo tipo di impianto ha sicuramente dei bassi costi di installazione ed una buona durata, ma ha come svantaggio gli alti consumi, in quanto l’acqua che circola dentro il radiatore è ad alta temperatura, circa 80°.
Questo tipo di riscaldamento può essere intergrato con quello fornito dai Pannelli Solari.

TERMOCONVETTORI

E’ costituito da un contenitore in lamiera, un dispositivo per il passaggio del calore dall’acqua all’aria ed un ventilatore per diffondere il calore nella stanza. Hanno la doppia funzione sia di scaldare che di raffreddare l’ambiente, inoltre la temperatura può essere controllata agendo sulla velocità del ventilatore.
Vantaggi e svantaggi:
E’ un impianto facile da installare e si possono posizionare in qualsiasi parte della stanza, anche sul soffitto. L’inconveniente è quello di avere uno scarico per la condensa ed una durata inferiore rispetto ai termosifoni tradizionali

PANNELLI RADIANTI

Questi possono essere di due tipi:

  • A pavimento
  • A parete< Si tratta di un sistema di tubazione (per i pavimenti in materiale plastico e per le pareti in rame) che conducono acqua a bassa temperatura, circa 45°.

I pannelli radianti a parete possono essere installati dietro rivestimenti in cartongesso,con isolamento verso la parete esterna, o dietro lo strato di intonaco.
I pannelli radianti a pavimento possono essere installati sotto qualsiasi tipo di pavimento anche sotto il parquet. Entrambi i sistemi di riscaldamento sono molto vantaggiosi perché consentono di avere un calore uniforme in tutta la stanza.

Vantaggi e svantaggi:

  • La temperatura dell’aria può essere mantenuta molto più bassa rispetto ai sistemi tradizionali perché grazie all’irraggiamento dalle pareti e dal pavimento, i muri sono più caldi e non si deve surriscaldare l’aria, con conseguente risparmio energetico. Come svantaggio, per quanto riguarda il riscaldamento a parete, bisogna prestare attenzione nel forare i muri per non danneggiare le tubazioni, mentre per quello a pavimento, bisogna fare attenzione quando si devono sostituire le piastrelle o il parquet. Anche questo tipo di riscaldamento può essere integrato con quello dei Pannelli Solari.

POMPA DI CALORE

La pompa di calore deve il suo nome al fatto che essa trasporta il calore da un livello inferiore a un livello superiore di temperatura. Questo sistema di riscaldamento è il più moderno ad oggi, in quanto permette di scaldare l’ambiente utilizzando pochissima energia elettrica.
In commercio oggi sono disponibili diversi tipi di pompe di calore:

  • La pompa geotermica acqua-acqua utilizza il calore contenuto dall’acqua di falda, la cui temperatura si mantiene costante indipendentemente dalla stagione. L’acqua di falda viene prelevata da un pozzo e dopo il prelievo del calore viene condotta successivamente verso un pozzo di scarico.
  • La pompa geotermica terra-acqua utilizza il calore immagazzinato dal terreno, dove la temperatura si mantiene pressoché regolare tutto l’anno.
    La pompa di calore utilizza un campo di collettori da 1,5 m di profondità prelevando calore ad una temperatura sufficientemente costante per superare l’inverno.
  • La pompa geotermica aria-acqua utilizza la temperatura dell’aria la quale viene trasformata, con l’aiuto di una piccola quantità di energia elettrica, in calore per il riscaldamento.

Come funziona una pompa di calore? Una pompa di calore è composta dai seguenti elementi: fonte di calore, che abbiamo appena visto essere gratuita, un compressore, un condensatore e un riduttore di pressione. In un circuito chiuso circola un liquido di raffreddamento, non inquinante e che non congela, che utilizza il calore gratuito prelevato dal terreno, dall’acqua o dall’aria.
Il liquido viene compresso e fatto passare per un condensatore, la cui funzione è quella di assorbirne il calore e cederlo al sistema di riscaldamento della casa.
Durante le stagioni calde questo processo viene invertito e quindi si ottiene un effetto di raffrescamento.

I sistemi di riscaldamento interni possono essere di qualsiasi genere: pavimento, parete, radiatori, termoconvettori.
Il rafrescamento estivo può avvenire in modo naturale, collegando gli scambiatori geotermici direttamente al sistema interno (rafrescamento passivo) o invertendo il ciclo di funzionamento della macchina (rafrescamento attivo).
I principali vantaggi che derivano dall’ utilizzo della pompa di calore riguardano gli aspetti economici ed ambientali. Il risparmio è di circa il 60%, 70% rispetto ai comuni combustibili, mentre per quanto concerne l’aspetto ambientale si possono eliminare sia le emissioni di sostanze nocive sia gli odori.
L’impianto di riscaldamento in pompa di calore può essere considerato la soluzione ideale anche nelle ristrutturazioni, in quanto risolve i problemi legati alla disponibilità di spazio, alle canne fumarie e in generale ai vincoli strutturali che costituiscono problematiche particolarmente evidenti soprattutto in caso di ristrutturazioni nei centri storici.
Impiegando questo tipo di riscaldamento non solo si risparmierà corrente elettrica ma si valorizzerà anche la vostra abitazione, perché essa entrerà a far parte di una classificazione energetica molto alta ( B/ A/ A+).
Siamo a vostra completa disposizione per realizzare qualsiasi tipo di impianto di riscaldamento e di centrale termica, sia a livello civile che industriale con saldature professionali a cannello, tig ed elettrodo